THE MAN WITH THE PINK FUR

Ask Me   CONTACTS   ABOUT ME   #cinema   #tv   #fashion   #music   #letteratura   #inspiration   #other stuff (bullshit)   #pensando & blogging around   #vistidalmiodivano   #frammentidistorie   #instagram   

Secondo lei la pornografia può essere considerata la forma più intensa di spettacolo?
- cit. 8½

twitter.com/KinderMaxxi:

    Lisbona, Oh Lisbona

    image

    -

    Continua il mio viaggio per le capitali europee!

    -

    Potrei incominciare così.

    Oppure potrei cominciare dicendo la verità: ovvero che una capitale europea, quest’anno, non ce l’avevo proprio in mente, figurarsi arrivare ad inserirla come prima tappa del mio emozionante programma estivo.

    Eppure, l’occasione è caduta dal cielo e grazie ad una provvidenziale Smart Box mi sono ritrovato, il 21 luglio, al Terminal 2 a Malpensa, con Boarding Pass in mano e una valigia - al solito - più piena che capiente, sicuramente più carica del necessario. Fatemi un applauso per le allitterazioni.

    -

    Le aspettative che nutrivo nei confronti di questa città, a mia insaputa ancora poco turistica - o meglio, ancora poco colonizzata dai turisti - non erano certamente elevate. Ma nemmeno pessime. A dire il vero, non avevo aspettative: assumendomi le tristi responsabilità delle mie azioni, ammetto che, finito l’ultimo esame della sessione estiva, mi sono stravaccato sul divano di casa drogandomi di The Walking Dead e macedonie di pesche e albicocche, lasciando tutto il mano al mio partner-in-crime (nonché detentore della suddetta Smart Box) che, dal canto suo, mi prometteva di essersi informato dovutamente sulle tappe imperdibili di questa sconosciuta e lontana meta (comprendo quanto questo “lontano" possa risultare relativo a seconda delle esperienze personali, ma per favore, non merito di essere compatito per così poco).

    E come tradizione vuole, partire senza aspettative si è rivelata la soluzione migliore: perché la città di Lisboa è stata in grado di colpirmi l’immaginazione come poche altre mete sono riuscite a fare in questi ultimi anni di viaggi alla scoperta del mondo (occidentale, purtroppo).

    Ad esempio, scoprendo che il mare al porto è il delta di un fiume; mangiando al Bairro Alto come nei peggiori bar di Caracas (ma con cibo migliore, ovvio); o osservando il tramonto sorseggiando acqua minerale da un calice di plastica fra le guglie di un castello medievale. E ascolti ripetutamente On My Way di Lea Michele (certo, quest’ultimo punto l’avrei potuto soddisfare anche comodamente fra le risaie del mio paese, ma in Portogallo ha tutto un altro sapore; un po’ come il gatto in Cina, se ci intendiamo).

    -

    Insomma, una soddisfazione geo/topografica dopo l’altra, un incantesimo dischiuso fra i petali del tempo, un’atmosfera piccante e folkloristica che - ahimé - poco spazio lascia allo shopping sfrenato a cui mi sarei volentieri abbandonato. Ma sono tornato a mani vuote, di sacchetti e di rimorsi.

    Se non forse uno: aver programmato i miei anni di laurea triennale senza aver provato ad incastrare questa città giovane e colorata come meta d’Erasmus per almeno, la sparo, un semestre.

    Se siete ancora in tempo, pensateci.

    -

    Attendendo altri incredibili viaggi da resocontare (o resoraccontare?) (ma che dico?), è così che Kinder Maxxi vi dice ciao.

    ___________________________

    Kinder Maxxi

    — 21 ore fa con 1 nota

    #lisboa  #lisbona  #portugal  #portogallo  #viaggio  #europa  #capitale  #europea  #smart box  #bairro alto  #pensando  #blogging 
    I sette dei mi siano testimoni:
c’è mi sono innamorato di te…
-
Pedro Pascal aka Sailor Oberyn
#got
@ San Diego Comic Con 2014

    I sette dei mi siano testimoni:

    c’è mi sono innamorato di te

    -

    Pedro Pascal aka Sailor Oberyn

    #got

    @ San Diego Comic Con 2014

    — 1 giorno fa con 1 nota

    #pedro pascal  #sailor moon  #prince oberyn  #martell  #san diego  #comic con  #2014  #sdcc 2014  #game of thrones  #got  #cast  #tv 

    The Hunger Games - Mockingjay Part 1

    Our Leader The Mockingjay" - Official Teaser Trailer

    by Francis Lawrence

    — 1 giorno fa

    #the hunger games  #mockingjay  #part 1  #francis lawrence  #jennifer lawrence  #natalie dormer  #josh hutcherson  #liam hemsworth  #elizabeth banks  #phillip seymour hoffman  #donald sutherland  #stanley tucci  #cinema  #trailer 
    VISTI DAL MIO DIVANO #35 - Veronica Mars, The Movie / The Comeback / The Flop

    oppure / Guardate quanto Kristen Bell l’è diventata ‘na chiattona.

    'Na chiattona, sì, ma comunque chiavabile; vale a dire, che la sufficienza la raggiunge senza troppe difficoltà. D'altronde il visino non le è maturato quasi per nulla, e la sua dolce espressione da cerbiattino ferito ti costringe a non dirle di no.

    Ma se Kristen Bell si salva in extremis con uno sguardo che tutto può e tutto conquista, il film, dal canto suo, arranca con molta più fatica.

    -

    Non dico che le aspettative fossero particolarmente alte, ma sicuramente The Veronica Mars Movie Project era un nome che ti faceva propendere per il più roseo risultato; senza contare che dieci anni di assenza, dopo un taglio arrivato quando il telefilm ancora non aveva perso il suo smalto e fascino originali, non hanno fatto che contribuire all’attesa, alla speranza e, ahimé, alla sopravvalutazione - che, da parte mia, era diventata pressoché inevitabile.

    Questo io chiedevo: non una bomba atomica che sconvolgesse l’universo di Neptune, che chiudesse per sempre la parentesi di sfondo di drama adolescenziale che rendeva Veronica così dannatamente irresistibile, ma solo questo: che venisse rispettata la linea originale del telefilm. Una linea avvincente, agitata, shakerata. Condita con fin troppe (per il mio gusto, si intenda) spruzzate di romance, ma funzionante. Un ingranaggio efficiente.

    Un ingranaggio che nel film si è rotto.

    Non so cosa abbia spinto Rob Thomas e gli altri sceneggiatori della serie a compiere, una dopo l’altra, le scelte più banali e prevedibili, a ficcare clichés narrativi di riempimento ogni quattro minuti di ripresa circa, a demistificare alcuni personaggi così affascinanti e che, cresciuti, avrebbero potuto dare altri e nuovi e migliori spunti ad una conclusione che in qualche modo voleva quei personaggi cresciuti.

    Il messaggio di Veronica Mars - The Movie è totalmente un altro: è un mondo in cui tutti si ripiegano su loro stessi. Vuoi per inefficienza creativa, vuoi per dare il contentino di fine capitolo ai fan più beceri; ma nessun personaggio si salva da quella Neptune che, come dice Keith Mars, tutti divora.

    Forse è proprio perché io invece mi sono salvato, sono sfuggito a quel magna-magna, forse per questo ne riesco a prendere oggettive distanze e ad affermare che questo film è stato una pena.

    Una pena per i personaggi. una pena per lo sviluppo narrativo, una pena per un montaggio lento e decisamente non accattivante.

    E così, non ci resta che accettare un Logan sempre più idiota, con la sua faccia da schiaffi e quel brufolo che in dieci anni ancora non gli è sparito dalla fronte; non ci resta che accettare l’inutilità elogiata di Wallace, la sfigataggine sventolata dalla tecnologica lesbica repressa; e constatare la triste, e pesante assenza del povero Duncan. (Duncan, dove sei?)

    Non ci resta altro, davvero, se non constatare quanto siano diventati fregni tutti i maschi alfa del cast.

    AMEN… ?

    -

    Ma se, come un uccellino mi ha detto l’altra sera, io sono un Albus Silente che cerca - e trova - il buono in tutto e tutti, un punto a favore mi sento in obbligo di lanciarlo: ed è così che pongo l’accento su quel veloce, inaspettato mendicante che suona la sua chitarra acustica fuori da uno studio legale di New York.

    Ecco, questo era il film che volevo.

    -

    Ma soprattutto, perché è morta Kendall Casablanca?

    ___________________________

    Kinder Maxxi

    — 2 giorni fa con 2 note

    #veronica mars  #the movie  #il film  #kristen bell  #jason dohring  #francis capra  #enrico colantoni  #neptune  #kristen ritter  #logan echolls  #telefilm  #series  #recensione  #visti dal mio divano 

    Pedro Pascal

    Wired! Café

    @ San Diego Comic Con 2014

    -

    photo courtesy of gameofthronesfan.org

    — 3 giorni fa con 24 note

    #san diego  #comic con  #2014  #sdcc 2014  #pedro pascal  #game of thrones  #got  #tv